Home Mappa del sito




Calendario annuale Eventi - 4 Stagioni

Regolamento Comunale Consulte Di Quartieri E Frazioni

Dimmi Dove

Previsioni meteo

Centro Culturale Commerciale Cittadino

Quaderni di Storia locale

Statistiche demografiche

Farmacia Comunale

Archivio storico

Periodico

pagoPA
  Sei in : Home -> Notizie -> Cerca -> Scheda Notizie  

Immagine non disponibile
Emergenza Coronavirus – Informazioni e disposizioni operative aggiornate a seguito del DPCM 09/03/2020 e dell’Ord. Regione Abruzzo n.3.

Tipologia: Covid-19
Data: 10/03/2020


Album fotografico Nuova ricerca  

Montorio alVomano, li 10/03/2020

 

 

Oggetto: Emergenza Coronavirus – Informazioni e disposizioni operative

aggiornate a seguito del DPCM 09/03/2020 e dell’Ord. Regione Abruzzo n.3.

 

 

 

IL SINDACO

 

Preso atto dell’emergenza sanitaria determinata dal diffondersi del virus denominato Covid-19 (Coronavirus);

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio del Ministri del del 09.03.2020;

Vista l’Ordinanza della Giunta Regionale Abruzzo n. 3 del 09.03.2020;

 

AVVISA

 

La cittadinanza che, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, come previsto dalle sopracitate disposizioni, sono applicate le seguenti misure sul territorio comunale, dalla giornata odierna e fino al 3 aprile 2020:

 

MISURESUGLI SPOSTAMENTI

 

a) evitare gli spostamenti delle persone fisiche, al di fuori di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Sono disposti controlli da parte delle forze dell’Ordine onde verificare le effettive esigenze di spostamento. La dimostrazione della contingente necessità deve essere comprovata da parte del cittadino, in caso di controllo e contestualmente allo stesso, con elementi documentabili e/o mediante autodichiarazione, ai sensi del DPR 445/2000.

b) che tutti gli individui che hanno fatto ingresso in Abruzzo con decorrenza dalla data dell’8 marzo, fatti salvi quelli rientranti per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute,provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma,Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro-Urbino, Alessandria, Asti, Novara,Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia, hanno l’OBBLIGO:

·                  di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale o al pediatra di libera scelta; per i non residenti in Abruzzo la comunicazione va resa direttamente agli operatori di sanità pubblica territorialmente competenti ASL di TERAMO al numero verde 800090 147 . E’ altresì prevista la possibilità di segnalare il proprio rientro anche in modalità telematica all’indirizzo https://www.regione.abruzzo.it/censimento-monitoraggio-arrivi-zona-rossa.

·                  Di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni;

·                  Di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;

·                  Di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza;

 

c)è fortemente raccomandato ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5°) di rimanere presso il proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;

 

d)è fatto divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus;

 

e) chiunque, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del DPCM del 8 marzo, abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, deve comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta;

 

f)è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette dapatologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immuno depressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

 

 

 

 

MISURE SUGLI EVENTI e altre attivitàaggregative

 

g) sono sospesi glieventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; gli impianti sportivi sono utilizzabili a porte chiuse soltanto per sedute di allenamento degli atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazioni a giochi olimpici oa manifestazioni nazionali e internazionali; resta consentito esclusivamente lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzati da organismi sportivi internazionali all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico: in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport e le attività motorie svolte all’aperto sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza interpersonale di un metro;

 

h) sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi, ma aperti al pubblico,quali pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, discoteche e assimilati;

i) sono sospese le attività scolastiche di ogni ordine e grado;

l) sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri - si comunica che come da disposizioni della diocesi di Teramo-Atri è sospesa per la domenica e i giorni feriali l’Eucarestia con la presenza dei fedeli, i sacerdoti continueranno a celebrare l’eucarestia a porte chiuse applicando la formula del“pro populo”;

 

m) è sospesa l’apertura di musei e altri istituti e luoghi di cultura;

 

MISURE PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI

 

n) sono consentite le attivitàdi ristorazione e di bar , dalle ore 6:00 alle ore 18:00: il gestore è obbligato a  predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività  in caso di violazione;

 

o)sono consentire le attività per gli esercizi commerciali diversi da quelli della lettera precedente, all’aperto e al chiuso, a condizione che il gestore garantisca l’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione – in presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza interpersonale le richiamate strutture dovranno esser chiuse;

 

p)nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali;

 

q)sono sospese tutte le attività di palestre, centri sportivi, piscine,centri benessere, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;

 

MISURE ULTERIORI DI INFORMAZIONE ESANIFICAZIONE

 

r)nei servizi educativi per l’infanzia, nelle scuole di ogni ordine e grado,negli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni, sono esposte presso gli ambienti aperti al pubblico, ovvero di maggiore affollamento e transito, le allegate informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie;

 

s)le aziende di trasporto pubblico anche a lunga percorrenza adottano interventi straordinari di sanificazione dei mezzi;

 

LA MANCATA OSSERVANZA DEGLI OBBLIGHI DI CUI SOPRA COMPORTERA’ LE CONSEGUENZE SANZIONATORIE COME PER LEGGE (ART.650 CODICE PENALE SE IL FATTO NON COSTITUISCE PIU’ GRAVE REATO)

 

 

 

IL SINDACO

Dr. Mario Facciolini



   
 

Albo Pretorio



Emergenza COVID-19



SUE online

S.U.A.P.

Piano di Classificazione Acustica

Emergenza terremoto 2009

Emergenza terremoto 2016

Piano di Ricostruzione

Microzonizzazione Sismica

Amministrazione trasparente

Mo.Te

Fatturazione Elettronica PA

Calcolo IUC

PEC - Posta Elettronica Certificata

Impresa in un Giorno


Norme in materia di Certificazioni e Dichiarazioni sostitutive

Area riservata